Stampa
Visite: 596

 

La fondazione di questo convento risale al Cardinale Cesare Baronio (1538-1607), illustre storico sorano, il quale, con la sua munificenza, ne curò la costruzione. Fu affidato ai Cappuccini, che lo tennero fino ai primi del 1800, fu poi ceduto dal Vescovo Mons. Montieri ai Passionisti nel 1842. Da allora i Passionisti hanno profuso la loro opera apostolica a favore del popolo sorano e dei paesi circostanti.
Questa comunità religiosa si è sempre distinta nell’accoglienza e nel servizio al popolo sorano, particolarmente durante il terremoto del gennaio del 1915, quando il convento fu aperto ai senza tetto e durante la seconda guerra mondiale, quando fu adibito ad ospedale. La chiesa, dedicata Sanata Maria degli Angeli, è per i sorani un punto di riferimento spirituale. L’attuale comunità, nella linea della tradizione, è impegnata, non solo nei ministeri propri dell’Istituto, ma anche nel servizio pastorale nelle parrocchie della città e in varie cappellanie. Inoltre, ai Passionisti, da anni è affidata la pastorale sanitaria dell’ospedale civile di Sora.